WEVZA Fregene: si chiude ancora con l’inno italiano. Tomatis-Vanni d’oro.

Atto conclusivo per la tappa italiana del circuito europeo WEVZA al Tirreno Village di Fregene che si chiude ancora una volta con l’inno italiano per il gradino più alto del podio. A poche ore dallo splendido podio di Ranghieri-Carambula nel Major Series di Porec, terzi dopo una battaglia entusiasmante contro gli olandesi Nummerdor-Varenhorst, sul litorale di Fregene approdano alle semifinali Casadei-Ficosecco che incrociano Tomatis-Vanni e Lupo A.-Michienzi contro i quotati belgi Koekelkoren D.- van Walle.

Nel primo match sono tre i campioni d’Italia in campo: Tomatis da una parte, Ficosecco e Casadei dall’altra. A spuntarla sono un Tomatis in grande spolvero e un Vanni onnipresente a muro che regolano con un secco due a zero gli avversari. Nell’altra semifinale invece i nostri portacolori vengono battuti dai belgi che approdano quindi in finale.

La finalina non disputata per il ritiro di Casadei (il forte caldo e la lunga serie di partite iniziata nelle qualifiche si sono fatti sentire) assegna il bronzo alla neo coppia Lupo A.-Michienzi che alla prima apparizione che conta si fa trovare già pronta per il proseguio della stagione.

La finale è un assolo italiano, con la coppia ormai “adottata” dal Tirreno Village che domina i belgi spinta da un grande pubblico assiepato sulle tribune e in ogni spazio di sabbia libero intorno al centrale. Un due a zero finale che non lascia spazio all’immaginazione e che tinge la WEVZA ancora più d’azzurro dopo il precedente successo della tappa di Barcellona di Caminati-Rossi (a sorpresa out precocemente nella tappa di Fregene), incoronando questa volta Andrea Tomatis e Francesco Vanni anch’essi alla loro prima apparizione ufficiale. A premiare le tre coppie del podio oltre al promoter Giorgio Pallotta, Federico Ranieri – patron dello stabilimento –  e i titolari di IsolaMare, main sponsor dell’evento.

Si chiude una tre giorni di beach al Tirreno Village con grande soddisfazione per gli organizzatori e la Beach Volley Fregene che sono riusciti a portare un po’ d’Europa sul litorale romano e a coinvolgere tanti campioni italiani e stranieri. Anche la risposta del pubblico presente e di quello collegato su internet (via webcam) è stato più che all’altezza dell’evento così come la presenza di tanti sponsor che hanno animato il villaggio commerciale. Segno che per fare del buon beachvolley sulle nostre spiagge c’è bisogno innanzitutto di passione e di idee, il resto viene da se.

Nella foto il podio della tappa WEVZA di Fregene (foto Cecilia Manuti)

Commenti

Commenti

Send this to friend