Londra 2012: Lupo-Nicolai, sogno infranto. L'avventura finisce ai quarti

Una difesa di Paolo Nicolai (foto FIVB.org)

Gli azzurri, grande sorpresa del torneo maschile, si arrendono 21-16 21-18 agli esperti olandesi Schuil-Nummerdor

Come per Cicolari e Menegatti anche per Lupo e Nicolai si ferma ai quarti la corsa azzurra nel torneo olimpico del beach, sconfitti 2-0 (21-16 21-18) dall’esperta coppia olandese Schuil-Nummerdor.

LA PARTITA — Nel primo set gli azzurri partono con il freno a mano tirato. Vanno subito in affanno e i muri di Nicolai non bastano a tenere a bada gli scatenati olandesi, per anni protagonisti anche dell’indoor (Schuil è stato campione olimpico ad Atlanta in una memorabile finale proprio contro gli azzurri di Velasco). Dal 13-13 gli azzurri si inceppano e lasciano spazio a Nummerdor, mattatore della serata. Nel secondo parziale gli azzurri partono più determinati, ma non riescono a sfruttare i break che conquistano. Vanno avanti di 2-3 punti e subito si fanno raggiungere dagli olandesi – che avendo già perso con gli italiani – sapendo di non poterli sottovalutare. Il sorpasso olandese arriva sul 17-16, gli azzurri hanno ancora l’occasione di tornare nel match, ma sprecano troppo e non sono più quelli che hanno battuto i campioni olimpici americani due giorni fa. Alle semifinali vanno gli olandesi che oggi affronteranno i tedeschi Reckermann e Brink.

PRIMA E DOPO — Ai giovani italiani la certezza di avere fatto un grande torneo, di essere entrati nella mappa mondiale del beach e un piccolo rammarico per non aver giocato l’ultima gara come le altre. Per il beach italiano la certezza che esisteva un “prima di Londra” e che esisterà un dopo Londra.

(fonte gazzetta.it – articolo di Gian Luca Pasini)

Commenti

Commenti

Send this to friend