cicolari squalifica

La Fipav decreta la fine della stagione di Cicolari…7 mesi di stop!

Chi si aspettava un colpo di spugna della Federazione Italiana Pallavolo nei confronti di Greta Cicolari è rimasto a bocca asciutta! Nella giornata odierna la Commissione Giudicante Nazionale ha inflitto all’atleta bergamasca ulteriori 7 mesi di squalifica, che si vanno ad aggiungere alla pena (6 mesi) inflitta nel mese di novembre! In termini sportivi, la stagione sportiva di Greta Cicolari finisce prima ancora di iniziare!

In attesa di un eventuale ricorso, la raccolta di oltre 2.000 firme “Tutti in campo con Greta Cicolari” rivolta a Carlo Magri (potete leggerla e firmarla cliccando qui), l’addio dell’ex tecnico azzuro Lissandro e le parole distensive di Paulao nei confronti dell’atleta bergamasca non hanno portato a nulla di fatto, se non ad uno sconto della pena sospensiva da 2 anni a 7 mesi.

Una brutta vicenda iniziata male e finita peggio, con in mezzo un’intercettazione audio tra la stessa Cicolari ed il general manager Libenzio Conti che per contenuti e termini non avremmo mai voluto sentire, e che la Federazione con un comunicato stampa ha prontamente minimizzato prendendo le difese incondizionate del suo dirigente.

In conclusione, supponendo che nella vicenda ognuno delle parti in causa abbia avuto le proprie responsabilità, la Federazione Italiana Pallavolo invece di mettere “una pezza” e permettere ad una delle atlete più forti e vincenti che l’Italia abbia mai avuto di giocare a beach volley (per la nazionale o autonomamente), ha deciso di continuare a seguire una linea che appare agli occhi del sottoscritto distruttiva e dannosa per tutto il movimento. Non mi rimane che augurare a Greta tutta la forza necessaria a superare questo ulteriore atto lesivo nei suoi confronti, magari prendendo seriamente in considerazione la possibilità di gareggiare per un’altra nazione che potrà sicuramente valorizzarla più di quella dove è nata!

Pier Paolo Pallassini

 

Commenti

Commenti

Send this to friend